L’INQUISIZIONE MEDIOEVALE E GLI ALBIGESI

Quella degli albigesi era una setta di cristiani francesi, derivata dai Catari, numerosi soprattutto nella contea di Tolosa: essi erano considerati eretici in quanto, tra l’altro, negavano ogni validità all’Antico Testamento e contestavano fieramente la Chiesa di Roma anche per la rilassatezza dei costumi dell’alto clero successiva alla creazione dello Stato Pontificio. Trovavano appoggio presso la nobiltà dell’epoca e quando Pietro di Castelnau, monaco cistercense delegato pontificio, venne ucciso per la sua arroganza da un gentiluomo del conte Raimondo di Tolosa, papa Innocenzo III indisse addirittura una crociata contro di loro.

Gli albigesi furono costretti a ritirarsi e in prevalenza si asserragliarono nella città di Beziers. Entrati in città nel 1209 i crociati – agli ordini militari di Simone di Montfort (ma spiritualmente agli ordini di Arnaldo, altro monaco cistercense nuovo delegato pontificio) – massacrarono senza processo tutti gli assediati.
“Ma non tutti si dichiarano catari” disse però in partenza il capo degli addetti al massacro. “Non importa”- sentenziò Arnaldo – “sarà Dio che stabilirà chi è Cataro e chi no” e nel suo rapporto al pontefice quantificò in 20.000 il numero di uomini, donne e bambini sgozzati in Beziers.
Alla strage di Beziers ed a quella successiva in Carcassonne si fa risalire l’attività della Inquisizione Medioevale che combatteva le cosiddette eresie assassinando tutti i presunti eretici.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: