Parliamo di sesso

Nell’Antico Testamento i riferimenti al sesso non sono numerosi ed i divieti riguardano essenzialmente gli incesti, i rapporti adulterini, i rapporti con consanguinei e quelli con animali. Interessanti però sono:
– il racconto dell’incesto di Lot (nipote di Abramo) con le proprie figlie (v. Genesi 19-8 e 19-36)  e
– il racconto di re David, uno dei grandi di Israele, adultero e assassino  (v. 2 Sam. 11-4 e 11-14)
Curiosamente il massimo delle limitazioni ai rapporti sessuali è stato imposto nei secoli dalla Chiesa cattolica ed il fatto è decisamente strano poiché nel Nuovo Testamento (in particolare: nei quattro vangeli canonici) Gesù Cristo sul sesso non dice una sola parola. Da quale fonte la Chiesa ha allora tratto la fobia del sesso, culminata nel cambio della dizione del VI comandamento da  –Non commettere adulterio–  in –Non commettere atti impuri-?   Domanda: ma quando sarà imposto ai gerarchi vaticani di partecipare a dibattiti televisivi per giustificare la politica criminale voluta da papa San Pio V nel 1566   (v. catechismo tridentino)  e mantenuta dalla Chiesa per ben quattro secoli?

246174.jpg

da Internet: falsa fotografia qui utilizzata malignamente pensando che Bush (cattolico) ha aggredito l’Iraq in base a prove false…

IL PIACERE SESSUALE è stato inventato dalla Eterna Madre che ha creato l’universo e questo significa che l’umanità ha diritto di goderne come e quando le pare. Si tratta di un diritto, non di una concessione, e la società (lo Stato) deve pertanto creare le strutture che possono assicurare al singolo essere umano (uomo o donna o terzo sesso) il soddisfacimento di tale diritto.
E’ stato qui introdotto il concetto di terzo sesso (non previsto nella Bibbia) pensando a due soggetti simili a quelli delle due foto che seguono (tratte da Internet).

2511524.jpg

I COMITATI STUDENTESCHI LAICI, (v. descrizione in questo sito) che ci auguriamo si costituiscano al più presto, dovranno dunque pretendere:
1) dal ministero della Pubblica Istruzione che vengano organizzati al più presto corsi di istruzione sessuale da impartirsi in tutte le scuole medie italiane;

6528.jpg

2) dal ministero della Salute, che presso ogni ASL sia istituito il Servizio di Igiene Sessuale ove sia disponibile anzitutto un medico (ginecologo e andrologo) che esamini il soggetto per controllare il suo stato di salute (AIDS) e che i suoi organi genitali siano regolari per sesso e per età: se essi non sono regolari il medico prescriverà le cure specifiche necessarie.
Se essi sono regolari, dall’esame preliminare si passerà a quello pratico che sarà affidato rispettivamente ad un pornisto o ad una pornistino.

IL PORNISTO sarà un giovane esperto in tecniche sessuali con il compito di liberare il paziente femmina dal fastidio della verginità applicando le tecniche sessuali ed igieniche adatte per farle provare contemporaneamente il suo primo orgasmo vaginale; egli, al termine, rilascerà un certificato attestante che la paziente ha avuto un normale rapporto sessuale con orgasmo vaginale di primo grado.

LA PORNISTINO sarà una giovane esperta in tecniche sessuali atte a provocare l’erezione del membro del paziente maschio in modo che egli possa così avere con lei il suo primo rapporto sessuale ineccepibile sul piano igienico e pratico. Ella, al termine, rilascerà un certificato attestante che il paziente ha avuto una regolare erezione e conseguentemente un rapporto sessuale di primo grado.

Tale prima visita sarà obbligatoria e quindi presso ogni ASL sarà presente un registro di tutti i soggetti giovani residenti nel territorio di competenza (maschi e femmine) che dovranno essere sottoposti a visita; nel registro sarà poi annotato l’esito della stessa.

IN UNA SECONDA VISITA (anch’essa obbligatoria)
– Il pornisto (insieme con la pornistino che fungerà da cavia) insegnerà al paziente maschio quali sono le tecniche sessuali principali da mettere in atto per preparare la femmina al rapporto sessuale in modo che essa, durante il rapporto, possa raggiungere l’orgasmo contemporaneamente al proprio compagno.
– la pornistino (insieme con il pornisto che fungerà da cavia) insegnerà alla paziente femmina qual è la tecnica adatta per provocare l’erezione in un soggetto maschio.
In entrambi i casi, al termine, sarà rilasciato dai due gepornisti un certificato attestante che il/la paziente durante il rapporto sessuale è in condizione di far godere, rispettivamente, la propria compagna o il proprio compagno. (certificato di secondo grado).

IN UNA TERZA VISITA (facoltativa) il pornisto e la pornistino insegneranno al paziente (maschio o femmina o terzo sesso) la tecnica necessaria per subire un rapporto anale igienicamente e sessualmente ineccepibile. La relativa tecnica è spiegata in dettaglio nel libro Il sesso del seminarista. Al termine sarà rilasciato il relativo certificato di terzo grado.
La tecnica appresa potrà poi essere usata dal paziente maschio in un rapporto anale nel quale egli sia protagonista attivo.

3) I Comitati Studenteschi Laici dovranno inoltre chiedere ai parlamentari del rispettivo collegio che sia abolita la legge che vieta ai giovani minorenni l’autonomo ingresso in albergo. Ottenuto ciò dovranno chiedere al ministero della Salute che in ogni provincia siano riservati degli alberghi ai giovani, pure se minorenni) ove essi possano accedere liberanente in coppia o in gruppo per soddisfare gratuitamente le proprie esigenze sessuali; ciò in cambio di lavori socialmente utili stabiliti dalla ASL rispettiva (a turno pulizia dell’albergo, assistenza agli anziani e agli invalidi, pulizia dei muri cittadini imbrattati dai teppisti), ecc.
Per tante ore di servizio utile prestato si avrà diritto ad altrettante ore di cui usufruire nell’albergo del libero amore.
Sarà però vietato l’ingresso in albergo ai giovani il cui rendimento scolastico sarà stato valutato come insufficiente dai rispettivi corpi insegnanti.
Il controllo delle ore e del diritto all’accesso sarà effettuato dal poliziotto o dal carabiniere di servizio in albergo in collegamento con i cervelli elettronici delle ASL e delle scuole.

A QUALE ETA’ L’ESSERE UMANO SI PUO’ CONSIDERARE SESSUALMENTE MATURO?
Per il maschio la maturità si raggiunge quando le sue polluzioni notturne cominciano a diventare regolari e sarà la persona che rifà il letto al mattino (normalmente la madre) che se ne renderà conto.
Per la femmina la maturità si raggiunge quando le sue mestruazioni diventano regolari.
In caso di ritardi preoccupanti il paziente (maschio/femmina/terzo sesso) va condotto alla ASL per una visita di controllo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: